STARWING for SNES Review

pochette_starwing

Ciao a tutti amici appassionati di retrogaming, oggi vorrei parlarvi di un gioco… anzi parliamo prima di un chip… Si ! Avete capito bene, un chip !. Infatti grazie a questo chip e alla architettura della console e sopratutto all’unione dei due che nasceva uno spettacolo, uno spettacolo che inevitabilmente ci portava a pensare… ma sono 16 bit ??.

Se non ci siete ancora arrivati sto parlando di STARWING per Snes. Un gioco che avevo accantonato qualche tempo fa e che recentemente grazie ad un video mi è rimbalzato in mente!

 

STARWING o meglio STARFOX come era il nome originale giapponese vede la luce nel 1993, ed è il primissimo gioco a grafica tridimensionale per super nintendo, e vi garantisco che vederlo girare su un tv rcf viene da pensare a quale malata situazione sci-fi si è caduti dentro..

Come detto prima tutta la magia di Starwing avveniva grazie al SUPER FX CHIP che era racchiuso nella rom del gioco, il quale accoppiato con la macchina SNES faceva letteralmente schizzare alle stelle la grafica poligonale tridimensionale della console.

STARFOX veniva chiamato in Europa e in Australia Starwing a causa di problemi legati al merchandising con altri titoli.

Storia

Questo gioco si svolge nel sistema Lylat, un sistema stellare nell’universo di Star Fox abitato da personaggi antropomorfi di razze animali (volpi ad esempio, rane, cani, uccelli, conigli, scimmie, ecc.) All’interno del sistema Lyat vi sono i pianeti di Corneria e Venom, che rappresentano rispettivamente il bene e il male. Mentre si gioca si possono visitare molti altri pianeti, cinture di asteroidi, stazioni spaziali,

Andross , un folle scienziato , è fuggito sul pianeta Venom dopo essere stato bandito da Corneria, e in buon stile da cattivone dichiara guerra a Corneria scatenando un esercito enorme per devastare il sistema Lylat. Viene chiamato il Generale Pepe , a difesa di Corneria, il quale decide di inviare un caccia prototipo chiamato “Arwing” a garantire e salvaguardare Corneria e il Sistema Lyat. Tuttavia, manca il tempo per addestrare i piloti per i nuovi combattenti, e viene deciso di contattare un elite di mercenari chiamati squadra Star Fox per sconfiggere Andross. Fox McCloud , il leader della squadra, è accompagnato dai suoi compagni di squadra Falco Lombardi , Peppy Hare e Slippy Toad alla caccia di Andross

Gameplay

il gameplay risulta piacevole e divertente. Il giocatore deve navigare navicella Fox, un Arwing , attraverso gli ambienti mentre i nemici vari (astronavi, robot, creature, ecc) lo attaccano. Lungo il percorso vari power-up sono posti per aiutare il giocatore. Il giocatore riceve un punteggio per ogni livello in base al numero di nemici distrutti e quanto bene il giocatore ha difeso il suo / suoi compagni di squadra. Alla fine di ogni livello vi è un boss che il giocatore deve sconfiggere prima di passare al livello successivo.

Star Fox possiede alcuni elementi unici che lo differenziano dal sparatutto a scorrimento standard. La maggior parte dei titoli simili costringe il giocatore a muoversi a velocità praticamente costanti e standard anche se questo è vero anche per Star Fox, ci sono propulsori e retro-razzi sul Arwing che permettono al giocatore di accelerare temporaneamente e rallentare. Questi possono essere utilizzati per manovrare intorno attacchi nemici e altri ostacoli. Un’altro elemento non trascurabile ma a mio avviso molto piacevole di Star Fox è la possibilità di non poter sciegliere il livello di difficoltà. Si avete letto giusto… su Star Fox non possiamo sciegliere la difficoltà come in altri giochi, ma ad ogni missione vengono proposti 3 percorsi, facile medio e difficile, in questo modo potremmo differenziare il nostro gameplay anche durante il gioco sciegliendo una volta il percorso facile una il difficile.In ogni livello, il giocatore è accompagnato anche da 3 gregari Peppy Hare , Slippy Toad e Falco Lombardi Indipendentemente dalla loro sopravvivenza, gregari non sono presenti durante scontri con i boss, ma raggiungere il giocatore prima della prossima fase. Un giocatore può aiutare i suoi gregari quando chiedono aiuto, in quanto coinvolgerà alcuni dei nemici non distrutti dal giocatore, e quindi rendere più facile per ottenere il massimo punteggio in un determinato livello. Se un gregario viene abbattuto, non tornerà per il resto della partita.

Sviluppo

Il gioco società Nintendo ha lavorato a stretto contatto con Argonaut durante i primi anni del NES e SNES. Hanno sviluppato un prototipo sul SNES, inizialmente nome in codice “SNESGlider”, che è stato ispirato da loro precedentemente 8 bit gioco starglider , e poi portato questo prototipo al SNES. Il programmatore Jez San però dice a Nintendo che questo era il massimo che si poteva ottenere, l’unico metodo per implementare la potenzialità e la potenza effettiva del gioco la si può ottenere solo studiando una apposito chip per il gioco. Nintendo acconsente e San crea percio assieme al suo tema il Super FX chip, il primo acceleratore grafico 3D in un prodotto di consumo. Il SuperFX era molto più potente di processore standard del SNES..

Il design del gioco principale è stato fatto da Shigeru Miyamoto e Katsuya Eguchi . I personaggi sono stati disegnati da Takaya Imamura , e la musica è stata composta da Hajime Hirasawa. Giusto qualche “nome”..

Una cartuccia promozionale, Super Star Weekend Fox è stato rilasciato come parte della campagna di marketing del gioco in Europa e negli Stati Uniti E ‘caratterizzato da durata limitata modalità single-player sui palchi modificati, così come un livello bonus esclusivo.L’alterazione di avvio viene visualizzata la schermata “Cartuccia Concorso ‘. A seconda dei punti segnati, i giocatori possono vincere una t-shirt, una giacca, o viaggi in destinazioni internazionali. Si stimano circa 2000 pezzi di tale cartuccia… che fine hanno fatto ??? bhe dopo la gara, un numero limitato di cartucce sono stati vendutte attraverso la rivista Nintendo Power, elencati nella primavera 1994 con un prezzo di listino originale di $ 45… le altre le dovete scovare voi !

Grazie al suo successo, Star Fox è diventato un franchise Nintendo, con giochi cinque in più e apparizioni da parte dei suoi numerosi personaggi di altri giochi Nintendo, come Super Smash Bros. serie. In origine, un sequel dal titolo Star Fox 2 è stato nelle opere per il Super Nintendo, ma non è mai stato rilasciato, anche se secondo programmatore Dylan Cuthbert, il gioco era in realtà completamente finito. Sebbene Star Fox 2 non è mai uscito, alcune delle idee e gameplay sono stati avviati al 1997 ‘s Star Fox 64 o Lyars Wars

Nel 2002 , Star Fox ha fatto il salto al Nintendo GameCube , con Rare ‘s Star Fox Adventures . Star Fox: Assault è stato rilasciato per il GameCube, questa volta sviluppato da Namco .Star Fox Command , uscito per il Nintendo DS nel 2006 , ha segnato il franchising primo gioco su un sistema portatile, così come la sua prima incursione gioco online. Ha usato molte caratteristiche dal inedito Star Fox 2 .

Print Friendly

FORSE TI POTREBBERO INTERESSARE:

The following two tabs change content below.

MCP

Originariamente creato dal fondatore di ENCOM, Walter Gibbs, l'MCP era solo un programma di scacchi e venne lasciato incorporato nei sistemi informatici aziendali. Anni dopo , Dillinger modificò questo programma, trasformandolo nell'amministratore della rete aziendale. Tuttavia, l'MCP sviluppò la capacità di apprendere e di crescere oltre i confini della sua programmazione originale e fu a quel punto che arrivò Emiliano Buttarelli che, con il suo seducente accento romanesco, lo convinse di essere suo padre. Da quel giorno l'MCP vive soggiogato dal Buttarelli e viene utilizzato come super-ultra-utente amministratore ( con la poltrona in pelle umana) per entrare dentro al blog di RGM e fare il culo a tutti.
Puoi lasciare un commento, o faretrackback dal tuo sito.

Lascia un commento