A VIDEOGAME SUMMER: intervista a THE SANGRE

cutmypic2

A Montecarlo? Ma siete fuori??? Ditemi che motivo avrei io per andare nel principato di Monaco. A parte per intervistare THE SANGRE, ovviamente. Sì, lo so che da quelle parti sono un abituè, nei casinò mi chiamano per nome e il mio yacht è stato avvistato più volte nei paraggi, non ho detto che non ci vado mai, sto solo dicendo che, a parte THE SANGRE, non ho validi motivi di andarci ADESSO. Detto questo: sì, sono cosciente del fatto che THE SANGRE è ormeggiato anche lui da quelle parti per trascorrerci le ferie, così, un po’ per coincidenza, un po’ per l’inarrestabile popolarità del suo brano prodotto con Andrea Babich e Kenobit, mi tocca tornarci. Del resto il capo Buttarelli se ne viene sempre fuori con la solita menata dei contenuti, e a noi di THE RETROGAMES MACHINES tocca impegnarci al massimo per dargli soddisfazione. Per questo motivo ho deciso di incontrare uno dei tre autori di A VIDEOGAME SUMMER. Il tempo di lasciare la Ferrari al ragazzo del posteggio e poi vi dico.

( shared from Chi non Corre è Perduto )

The SANGRE, insieme a BABICH e KENOBIT, è uno di quegli utenti che aggiunge un bel po’ di pepe al nostro gruppo facebook, e il solo fatto di incontrarlo mi mette addosso una frenesia isterica da cheerleader che non vi dico. Lo so che non dovrei. Anch’io, come lui, sono abituato alla popolarità e a bazzicare luoghi dove il lusso e il potere si rincorrono a chiapparella, però è più forte di me, sono veramente ansioso di incontrarlo.

Vittoria ai campionati mondiali di Cheerleaderismo

Non ci sono altri possibili preamboli a quest’intervista che ricopre di prestigio THE RETROGAMES MACHINE, nonché l’hotel a 20 stelle che ha messo a disposizione uno dei suoi migliori saloni per quest’incontro al vertice.
Ve lo dico subito: è stata un esperienza irripetibile dove, alla fine, The Sangre si è dimostrato essere una persona normalissima e disponibilissima, un amante del bon ton e delle buone maniere come il sottoscritto, quindi, una volta che le sue guardie del corpo mi hanno perquisito, ho potuto accomodarmi su una poltrona foderata in pelle di giraffa proprio dinnanzi a lui, ho dispiegato il consueto fogliettino umido di sudore intestato al nobile casato dei Buttarelli, e ho potuto leggergli le mie domande con reverenza.

1)Innanzitutto, credo di interpretare la volontà di buona parte dell’internet chiedendoti chi è veramente The Sangre. Chi si nasconde dietro a questo pseudonimo e cosa ha fatto nella vita per arrivare al punto di comporre la hit dell’estate.
Nessun mistero. The Sangre è un progetto che vede come figura centrale e creativa me medesimo, Marco Calcaterra. Per A Videogame Summer ho lavorato con Andrea Babich, che ha realizzato la base col Game Boy scrivendo parte della musica e del testo, mio fratello, Roberto Calcaterra, con cui abbiamo realizzato il video, e Fabio Kenobit Bortolotti che si è occupato del fondamentale mixing.

2)Sempre in ambito artistico: per A VIDEOGAME SUMMER hai preso ispirazione da qualche mostro sacro della chiptune del passato (Hubbard, Galway, ecc..) ?
AVS non è nata come brano chiptune, quindi la risposta è NO. Per lo stile della base però giro la domanda a Babich.

3)Cosa ti lega alla BISBOCH PRODUCTION e come hai iniziato i rapporti con loro?
Fabio e Andrea sono miei grandi amici, e sono le prime persone a cui ho pensato per questo progetto. Anzi non credo nemmeno di averci pensato, è avvenuto automaticamente.

4)Che strumenti avete utilizzato per la realizzazione del pezzo? Come vi siete divisi le competenze?
Ho mandato un demo con la chitarra a Babich, che lo ha apprezzato e ha cominciato a lavorarci per completarne la struttura. Un giorno mi ha detto: «Ok, dammi un po’ di tempo…» E dopo una settimana mi ha mandato la bellissima base che potete ascoltare tutti. La base è stata realizzata direttamente sul GameBoy, con il software Little Sound Dj (LSDJ). A quel punto dovevamo fondere le nostre parti e finalizzare il testo. Se non ricordo male sono bastate 2 chiamate skype.

5)Chi ha composto il testo?
Direi al 50% io e Babich.

6)Che software avete utilizzato per fare il video? da quanto ci stavate lavorano su?
Abbiamo usato i più comuni software di fotoritocco e montaggio/effetti video. Io ho realizzato alcune sequenze in pixel art, come l’astronave, vari fotoritocchi, etc, mentre mio fratello si è occupato di trasformare in realtà la visione che avevo per il video. Un lavoraccio, veramente, anche perché fatto nei ritagli di tempo, ma ne è valsa la pena. Il video era in lavorazione da molto, ma ci abbiamo lavorato più intensivamente nel mese precedente al lancio.

7)Cosa vi aspettate dall’impatto di A VIDEOGAME SUMMER? Su facebook e ovunque sia stato mostrato, ha ottenuto un grande successo di pubblico e di critica. È solo l’inizio? Dove volete arrivate?
il successo di pubblico e critica ci fa sicuramente piacere, ma è soprattutto il calore dei fan e l’entità di alcune donazioni (alcune di ben 10 euro) a darci la misura di quanto questa canzone e il realativo video abbiano tocccato il cuore degli appassionati. Direi che un seguito sarà a questo punto inevitabile in ogni caso, ma i tempi potrebbero essere piuttosto lunghi.

THE SANGRE ha un canale Youtube, QUESTO, e il suo singolo lo potete acquistare QUI.

Print Friendly

FORSE TI POTREBBERO INTERESSARE:

The following two tabs change content below.
Uomo di mare, scribacchino, padre. Arriva a RGM su un cargo battente bandiera liberiana e si installa in redazione nel posto più vicino al distributore di merendine. Nel suo passato più o meno recente ci sono progetti multimediali falliti in collaborazione con Makkox, progetti multimediali falliti in collaborazione con Doc Nabakù, tre libri scritti in collaborazione con se stesso ma non ancora falliti. Atariano della prima ora, gli piace molto giocare ai giochini vecchi. Tutte le notti guarda le stelle e aspetta che arrivino gli UFO.
Puoi lasciare un commento all'articolo. 'Pinging' non permesso attualmente.

Lascia un commento