Post presenti nella categoria: ‘Fuffa’

RETRO ARCADE ’80/’90@DEFRAG (RM)

39_1

22 Giugno 2013
Vi Aspettiamo!

Programma della serata :

http://www.iocero.com/eventDetail.aspx?idevent=21121

RetroIsTheOnluFuture!

Evento passato a Le Mura@Roma:

http://www.iocero.com/eventDetail.aspx?idEvent=20993

www.IoCero.com

Bestiario sociologico ragionato dei “Personaggi X” nella comunitá del retrogaming…

Ogni sottogruppo sociale ha i suoi esemplari rappresentativi. Personalità definite e tipizzate che marcano le caratteristiche distintive dell’ambiente in cui prosperano e si moltiplicano. Ciò è talmente vero che spesso non è chiaro se essi siano il prodotto di tale ambiente o se esso viene plasmato da questi individui affinché si renda a loro più congeniale. Scoprire la relazione causa-effetto in questo ambito è un mistero affascinante.

Tutto ciò è vero in qualunque gruppo sociale e, ovviamente, la comunità del retro-gaming non fa eccezione.

Se è vero che la maggior parte degli appartenenti non presenta caratteristiche  di particolare rilevanza (diciamo che sono persone “normali” con in comune solo la stessa passione) è pure vero che sono presenti e diffusi esemplari estremamente individuabili nei loro modelli comportamentali e caratteriali che contribuiscono a rendere peculiare la sotto-cultura retro.

Noi di The Retrogames Games abbiamo voluto approfondire tale aspetto della sociologia “retro” e, in collaborazione con il noto esperto Aigor Maggiorellus esperto nella comunicazione con svariati esemplari umani e “sub”, abbiamo stilato il seguente trattato sui PERSONAGGI X che popolano le comunità di retrogaming e retrocomputing, diffondendosi a macchia d’olio su forum, gruppi internet e quant’altro.

Continuate a leggere e fateci sapere se ne conoscete altri. Il ”bestiario” è ben lungi dall essere completato.

Read more »

Retro Picture Contest 2013….

msx2 screen8 mode
msx2 screen8 mode

msx2 screen8 mode

Non si sà come tutto sia iniziato, non si sà neppure chi abbia iniziato, stà di fatto che qualche mese orsono qualcuno di noi ha deciso di pubblicare sulla pagina facebook del nostro gruppo, un’ immagine j-peg a 24 bit convertita per essere visualizzata sui sistemi ad 8 o 16 bit….insomma roba recentissima…..

Read more »

NES U-FORCE bizzarria o futuro ?

Era il futuro… no in realtà è il passato… no probabilmente è un mix di entrambe le cose. Oppure semplicemente lo possiamo chiamare con il suo nome, vale a dire NES-UFORCE.

Read more »

Nuovo AdvanceMame per Rapsberry PI

E’ uscito il nuovo AdvanceMame per il Rasberry PI ed è bastato su mame 0.106, nuovi effetti grafici e vari bugfix.

L’autore di PiMame si appresta ad aggiornare la sua distribuzione con la nuova versione.
Si prospetta un anno interessante dal lato gaming ed emulazione per il piccolo Raspy da 35 dollari che continua a dare soddisfazioni.

Download Oric emulator and Dasm compiler for Raspberry PI

oricpi

Come promesso, ecco i binari compresi di sorgenti per l’emulatore ORIC e per il compilatore DASM versione 2.20 Modificata da IAN COOG e ricompilata da me per Raspberry PI.
(presto anche OpenMSX 0.9.1)

Consiglio di far partire l’emulatore ORIC senza X per farlo andare FULLSPEED.
Bug riscontrato: crasha a volte alla chiusura del programma senza X server.

Per settaggi vi rimando al sito dell’emulatore:
http://code.google.com/p/oriculator/

Download:
OricPI
DASMPI

OpenMSX 0.9.1 su Raspberry

openmsx
Ciao a tutti! e Buon 2013!

Sto portando l’ultima versione di openmsx sul piccolo Raspy… ma purtroppo, per via della ram, crasha verso la fine la compilazione.
Cerco in qualche modo di farmi una piattaforma di sviluppo virtuale usando Qemu sotto OSX Mountain Lion. (in alternativa sfrutto quella sotto windows)

Il porting dell’ORIC è stato indolore e facilissimo.
Quello MSX mi ha dato anche qualche problema con le librerie… ma tutto si sistema :)
Diciamo comunque che la cosa è fattibile anche entro brevissimo tempo.

Stay Tuned.

ZOMBI – La Ubisoft e il suo passo nell’orrore.

zombi_box

Negli ultimi anni la parola Zombie sembra avere un eco non indifferente. Dal calare degli anni 60 ad oggi la cinematografia horror è stata contaminata al meglio, mettendo in mostra ogni tipo di facciata inerente al mondo dei non morti caratterizzandoli in maniera ineccepibile. Possiamo tranquillamente dire che queste creature ormai fanno parte dell’immaginario collettivo di milioni di persone e come normale che sia anche il mondo dei videogiochi ne fa parte in prima persona. George Romero, regista, e papà dei così detti morti viventi, diede il via ad una trilogia indimenticabile del firmamento horror di genere, e proprio uno dei suoi film divenne la musa ispiratrice per quello che sarebbe diventato un vero cult videoludico. Stiamo parlando dell’indimenticabile Zombi.

Read more »

Tutti i giochi nel Megadrive…

12112012758

Tutti gli appassionati di retrogaming conoscono la consolle che ha spopolato nel periodo dei 16bit prodotta dalla SEGA e che ha regalato titoli che sono rimasti della pietre miliari nella storia dei videogame.
Il SEGA Megadrive o GENESIS come lo conoscono sul mercato americano si é meritato un posto nell’ olimpo delle consolle senza ombra di dubbio, che nei primi anni 90 rivaleggiava con SNES per aver il trono di miglior consolle casalinga dell’ epoca.

Read more »

Mystery House – l’inizio di una lunga avventura

220px-mystery_house_cover1

Da sempre la lettura è qualcosa che appassiona e coinvolge allo stato puro, capace di regalarci forti emozioni portando la nostra immaginazione a livelli impensabili. Il connubio lettura e videogiochi fin dall’inizio diede al mondo videoludico una spinta incredibile sul piano creativo, coinvolgendo scrittori e non a spingersi verso una nuova frontiera denominata avventura testuale.

Ma cos’è una avventura testuale? Si può definirla come una sorta di libro interattivo dove noi siamo gli artefici delle nostre azioni, scelte per la risoluzione della stessa. Tramite bivi e via dicendo eravamo i protagonisti assoluti della storia che leggevamo attraverso il video. Un vero approccio coinvolgente e riflessivo che seppe arrivare anche ai non esperti. La bellezza di queste opere riscossero molto successo nella metà degli anni 70, tanto da portare alcune ditte produttrici di videogames per homecomputer ad una svolta radicale, ovvero quella di poter rappresentare il tutto attraverso un aspetto grafico e non solo quello ad interfaccia riga di comando.

Read more »