Post presenti nella categoria: ‘CoinOp’

Alpha Mission II (SNK – 1991) – Recensione NeoGeo

AlphaIIFlyer

Il NeoGeo è riconosciuto come una piattaforma sulla quale hanno visto la luce alcune delle migliori saghe di picchiaduro della storia, e forse per questo, per l’enorme hype che tali titoli hanno generato nel pubblico a scapito di altri,  la “line-up” della macchina è generalmente considerata alquanto monotematica con pochi elementi di spicco in altri generi ludici. Ad un attento osservatore, invece, non sarà difficile rendersi conto che il parco titoli della macchina era invece piuttosto variegato soprattutto nel suo  primo periodo di vita. Alpha Mission II ne è un esempio lampante. Read more »

Gauntlet old and reborn: Prendete e divertitevi tutti

gauntlet

Mi ricordo quando vidi per la prima volta Gauntlet, intorno alla metà degli anni ’80. In sella alla mia graziella ero andato alla sala giochi di un Luna Park. Sapete quei Luna Park itineranti e parecchio tristi che si impiantavano nelle città in occasione di spumeggianti manifestazioni di vita tipo la festa del patrono? Ecco. Proprio quel tipo di Luna Park lì. Quelli che quando arrivavano poi sparivano i gatti e i panni stesi.
Sì, lo ammetto, come ricordo non è che sia un granché, però è sempre vivido a distanza di quasi trent’anni e allora uno si domanda il perchè di ‘sta cosa.
Sarà che quel gioco riusciva a ingollare spiccioli come nessun altro? Sarà stato il suono stereo? Al tempo ero un brufoloso nel tunnel del divertimento e continuavo ad inserire monetine e sparare come un forsennato. Quasi lo posso sentire ancora: “Remember, don’t shoot food“, oppure, “Save keys to open door“. Non riuscivo proprio a smettere di giocarci, dannazione, e una volta finiti i soldi non la smettevo di pensarci. Era proprio un bel gioco quello. Accidenti se lo era. Ci si poteva giocare in 4 allo stesso momento ed era colorato e avvincente. Non smisi di tenerlo in testa neanche quando mi accorsi che mi avevano ciulato la bicicletta. ( Maledetti giostrai morti di fame )
(Shared from Chi non Corre è Perduto) Read more »

Joust: La Williams Elettronics ti regalava l’ennesimo capolavoro

Avresti tanto voluto uno struzzo al posto del "Sì"

Il 1982 è stato un anno eccezionale per i giochi arcade. Uno dei giochi che ha contribuito a rendere quell’anno così speciale è stato sicuramente JOUST. Frenetico nel gameplay e con due giocatori presenti in simultanea sul medesimo schermo.
Io, con la mia versione casalinga per Atari 8bit, a questo gioco gli ho sacrificato un fracasso di ore-vita. Attaccato al joystick come un gatto, mi impegnai a fondo per impadronirmene completamente, studiandone i rimbalzi e le geometrie inerziali. Alla fine ci entrai talmente in simbiosi che deposi il mio primo uovo sulla poltrona del salotto.
Si. Posso tranquillamente affermare che se la morte mi venisse a cercare per giocare la partita a scacchi finale, io gli proporrei di giocare a JOUST, e correrei il rischio di diventare immortale. (shared from Chi non Corre è Perduto)

Read more »

I trent’anni di DRAGON’S LAIR: Le 10 cose che non sapevi e che forse ne potevi fare anche a meno

dragons-lair-hd-5

Già avevi celebrato i Laserdisc video games con un articoletto comparso qui, sul Topolinia Daily, ma giusto adesso ti accorgi che quest’anno sono esattamente 30 inverni che il capostipite è in giro a farsi giocare e allora qualche parolina a riguardo la devi dire per forza. Ma prenditi un attimo di pausa e riordina le idee. L’anno è il 1983 e sei un adolescente brufoloso e goffo. Per quattro anni, dopo l’avvento di Space Invaders, hai spadroneggiato in sala giochi bulleggiandoti delle tue abilità con gli amichetti, ma adesso è arrivato un nuovo gioco in città. Alla vista è veramente, ma veramente sfavillante, e da i suoi altoparlanti una voce inglese con tono epico proclama una cosa che tu ovviamente non capisci ma significa all’incirca così:
“DRAGON’S LAIR. Un’avventura fantasy dove diventi un valoroso cavaliere, in una missione per salvare la bella principessa dalle grinfie di un crudele drago…”
“Ma aspetta. Non ci vogliono 200 lire per giocarci, bensì 500! MINCHIA! Quel gioco deve essere proprio bello!” pensi.
Metti dentro 500 sudatissime lire della tua paghetta settimanale, e questo è MALE. MOLTO MALE.
Dragon’s Lair è un video animato di undici minuti mascherato da videogioco e tu, con quell’unico pezzo da 500, ne sei già diventato schiavo. Come tanti in fila dietro di te, non puoi più fare a meno di infilarci monetine per arrivare a vedere il lieto fine.
Con questo post ricordi, per sommi capi, la nascita, l’esplosione e la decadenza del Laser Video Games per eccellenza: DRAGON’S LAIR. E il tutto arriva ai bulbi oculari dei lettori dopo essere stato vagliato e vidimato dal dottor Dokrobei dei laser-giochi, uno dei massimi esperti di DL attualmente deambulanti su questa palla di fango, IGOR MAGGIORELLI. ( shared from Chi non Corre è Perduto ) Read more »

DONKEY KONG: Le 15 cose (piu’ una) che non sapevi e che forse ne potevi fare anche a meno

mariovsdk2

Il mio amico idraulico me lo diceva in tempi non sospetti. Tempi in cui una FIAT Coupé era considerata una macchina figa anzichè una caffettiera smaltata, come avemmo modo di capire bene solo dopo.
Il mio amico idraulico, a vent’anni, il Coupé ce l’aveva di già sotto al culo, mentre io ancora facevo finta di studiare informatica per illudermi di farmi trovare pronto qualora il futuro fosse arrivato, e giravo con la Super5 di mia madre.
E lui me lo diceva, appunto, per giunta ridacchiando, come quando ci si vanta di aver intortato una bella ragazza.
Fai come me. Impara un mestiere. Smettila di perdere tempo con quelle cazzate da finocchi con tutti quei tastini da premere. Voglio proprio vedere, quando avrai finito di studiare, dove lo troverai un lavoro
Poi ritirava la mano dentro l’abitacolo. La camicia con la manica sbottonata lasciava che il suo orologio luccicante mi abbagliasse, e sgassando col Coupé se ne andava via veloce.
Aveva vent’anni, come me…e faceva l’idraulico. A ripensarci adesso vorrei tanto che se lo inculasse un gorilla.( shared from Chi non Corre è Perduto ) Read more »

Il mito di Street fighter, since 1987 – Capcom -

logo

Esistono titoli destinati a divenire nel corso del tempo miti indiscussi. Titoli che hanno caratterizzato una generazione innovando e introducendo un genere. Il gioco di cui appunto parleremo è tutto questo, ma anche di più, poichè ha dato ispirazione anche ad altre case produttrici per esporsi con dei loro prodotti. Il genere è il mitico VS Fight, il gioco il famigerato STREET FIGHTER by Capcom.

Street Fighter fece il suo esordio nel 1987 nelle sale giochi del sol levante, fu un titolo accolto in maniera positiva dalla critica e dai ragazzi del periodo. Il gioco introdusse nel mondo dei coin op, nuovi personaggi e di sicuro nuovi beniamini a cui legarsi. Parliamo di Ryu e Ken.

Read more »

MONEY MONEY © 1983 Zaccaria.

ebay_money_money_ur_4

MONEY MONEY © 1983 Zaccaria.

—————————

“SE VUOI FARE I SOLDI, DEVI PROVARE MONEY MONEY!”

—————————

STORIA

Realizzato nelle industrie Zaccaria (azienda italiana molto più famosa per la produzione di flipper, che per il mercato arcade) Money Money è la risposta tricolore ai classici Namco, Nintendo e Konami di quel periodo.

Read more »

DONKEY KONG © 1981 Nintendo.

mariovsdk2

DONKEY KONG © 1981 Nintendo.

—————————

“QUANTO IN ALTO PUOI ARRIVARE?”

—————————

STORIA

Jumpman, un nome che a pochi può sembrare poco familiare eppure rappresenta il primo nome di un personaggio che entrò di diritto nell’olimpo dei personaggi videoludici più famosi del mondo e non a caso, tanto per rendervi l’idea, è perfettemante riconosciuto anche da chi di videogiochi capisce poco e niente.

Read more »

GALAXIAN © 1979 Namco.

galaxian

GALAXIAN © 1979 Namco.

—————————

NOI SIAMO I GALAXIANS

MISSIONE: DISTRUGGERE GLI ALIENI

—————————

STORIA

Galaxian è stato sviluppato da Namco nel 1979 e pubblicato in Giappone in quell’anno. E’ stato progettato per costruire e migliorare la formula dello Space Invaders di Taito, che aveva rivoluzionato l’industria del videogioco alla sua uscita, appena un’anno prima.
Read more »

POPEYE © 1982 Nintendo.

popeye

POPEYE  © 1982 Nintendo.

—————————

MANGIANDO SPINACI IO SPACCIO I TIPACCI SON DI FERRO DAL BRACCIO AI PIE’!

TUUU-TUUUUUUU!!!

—————————

BRACCIO DI FERRO (Storia)

Con questa filastrocca di solito finivano le puntate di Popeye (Braccio di Ferro in Italia), nato dalle strisce di Segar nel 1919.

Braccio di Ferro il Marinaio, uno dei più duraturi personaggi nella storia dell’animazione, non debuttò nelle immagini in movimento, ma nella striscia comica “Thimble Theater” di E.C. “Elzie” Segar.

Nato nell’Illinois, Segar iniziò a disegnare fumetti nel 1914 a Chicago. Ottenuta la sua striscia personale sul Chicago American, Segar fu poi assunto nel 1919 dal Hearst’s New York Evening Journal per creare la striscia consortile “Thimble Theater”.
Read more »