Ninja Turtles - Titolo

Cowabunga! Tartarughe, pizza e arti marziali su Sega Megadrive

Chi non conosce Leonardo, Donatello, Michelangelo e Raffaello? Personaggi fenomenali che durante la nostra infanzia e adolescenza hanno regalato emozioni uniche, aprendoci le menti con saggi insegnamenti e azioni nobili. In queste poche righe voglio parlarvi di un beat’em up […]

Super Snake Simulator

Super Snake Simulator (C64): “Ecco dove ti avevo già visto!”

A cavallo tra la fine degli anni ’90 e i primi del 2000, i telefoni cellulari Nokia divennero popolari e alla moda per tanti motivi: semplicità d’uso, bel design,  robustezza (guarda QUI) e… SNAKE! Questo giochino, tanto semplice quanto geniale, divenne una […]

HadesNebula_Cover

Avventure spaziali su C64 con Hades Nebula

“Ninetta, un po’ di pazienza. So che dovevamo andare al centro commerciale questo weekend, ma mi hanno convocato dal comando per esplorare una zona ignota remota e oscura dell’universo. Tranquilla, niente di impegnativo, vedo di tornare domenica mattina, 2 ore […]

RGM TODAY

RGM Today – 004/2016

Nuovo appuntamento con il video magazine di The Retrogames Machine In questo numero di RGM Today presentiamo una moltitudine di giochi per le più disparate piattaforme, tra cui due ottimi titoli per Amiga (Agony e Full Contact), l’ennesimo capitolo della […]

RGM TODAY

RGM Today – 003/2015

Nuovo appuntamento con il video magazine di The Retrogames Machine In questo numero di RGM Today analizzeremo un grande classico da sala (Shinobi), un innovativo sparatutto per MegaDrive (Gaiares), tre hombrew decisamente sopra la media (Scramble VCS, Aquanoids e Bomberman […]

 

A-VCS-tec Challenge per ATARI 2600

A vcs CHALLENGE

Ricordo con emozione quando uscì “AZTEC CHALLENGE” per Commodore 64. Possedevo una cassetta a nastro duplicata, e dopo un interminabile attesa, pregando che l’azimut del registratore fosse nella posizione corretta, il gioco partiva e subito una musica profonda riempiva la stanza creando un’atmosfera d’avventura.  

Sono passati molti anni da quel momento e adesso possiamo giocare a questo tributo sull’Atari 2600.

Read more »

Sparare sul pianista: Di Atari 2600, di Matteo Bordone, e di altre sciocchezze su Wired di Settembre

matteo_bordone_atari_2600

Molta polvere ha sollevato l’articolo di Matteo Bordone comparso sul numero 65 di Wired, quello di Settembre attualmente in edicola. È rimbalzato sulle pagine facebook dedicate al retrogaming come fosse una pallina di “Pong” per poi schiantarsi direttamente sulla pagina Tumblr di Frankie hi-nrg mc con lo stesso fragore del botto della Morte Nera quando Luke decise di mostrarle tutto il suo vigore. (Shared from Chi non Corre è Perduto)

tumblr_midmtmE1Pt1s14aeuo1_500

Vabbè, qui glielo mostrò Lando

Read more »

“1977-1987 Quando il computer divenne Personal” Preorder aperto!

1977-1978pre

Paolo Cognetti, giornalista, ex collaboratore di MCMicrocomputer, imprenditore ed appassionato informatico ha appena completato un’opera che definire storica è poco: la realizzazione di un volume che racconti l’evoluzione del computer, da gigantesco calcolatore utilizzabile da pochi eletti a strumento “personal” per la produttività giornaliera, in modo semplice e mai noioso. Un’ opera divulgativa accessibile a tutti.

Vediamone un anteprima.

Read more »

Retroedicola Videoludica – 001 – Settembre 2014

cover retroedicola 1

The Retrogames Machine come partner ufficiale del meraviglioso progetto Retroedicola Videoludica vi offre una nuova sezione dove poter leggere direttamente on-line e/o scaricare il file pdf del nuovo free press nato dalla vulcanica mente di Mauro Corbetta e reso realtà dalla sua tenacia e dallo sforzo congiunto di tanti appassionati.

Il primo, fantastico numero di Retroedicola Videoludica, come tutti i numeri che seguiranno è anche qui, su The Retrogames Machine.

Buona lettura.

Read more »

Gente che dovrebbero conoscere tutti: Intervista al Doctor Game

10616317_759352657444756_9134503323703287642_n

Si fa presto a dire retro, e sul tubo è tutto un fiorire di canali a tema che non ci si crede. Sì, perché ci si può trovare di tutto sul tubo, basta cercare. Uno digita la chiave di ricerca giusta, tipo “retrogames”, e gli si apre un mondo. Ce n’è di tutti i tipi e di tutte le età:
C’è quello di sedici anni che si è comprato gli occhiali da Nerd, e ti spiega i giochini del Commodore 64 senza rendersi conto che le spara grosse, e che forse potrebbe avere interessi migliori se solo trombasse.
C’è il gruppetto dei deboscia attempati, che col naso rosso ti fanno il video direttamente al banco del bar, e più che una cosa sui retrogames sembra una pizzata dopo la partita di calcetto del giovedì sera.
C’è anche il surrogato in saldo del trio medusa, che per carità, fanno anche ridere, ma se uno ci sta attento scopre che ogni tanto qualche cazzatella viene sparata ad altezza d’uomo.
E poi c’è lui, IL DOCTOR GAME, che a vederlo così, col camice e tutto, ha lo stesso aspetto professionale e poco rassicurante del tuo dentista, ma se ti fermi un attimo a guardare i suoi video non ti stacchi più. Sì, perché i video del Doctor Games inducono dipendenza, proprio come la Novocaina del dentista, e dopo che li hai guardati tutti, ti scopri a fissare il monitor come un ebete con stampato in faccia un sorriso smagliante.
Il capo (Emiliano Buttarelli) ha detto che Retrogames Machine ha bisogno di contenuti. Bene. Io i contenuti glieli porto, porcatrota se glieli porto, e sono pure di qualità. A voi una mini intervista col Doctor Game. Prendete e godetene tutti. Tranquilli, è senza zucchero. SIGLA!
( shared from Chi non Corre è Perduto )

Read more »

Ciao Gianni

gianni

Questa è una di quelle notizie che non vorremo mai dovervi dare.

Il retrogaming dovrebbe essere gioia, passione e spensieratezza ma le passioni spesso creano legami, intrecci tra coloro che le vivono e quando questi si spezzano fanno male.

Oggi purtroppo dobbiamo tributare l’ultimo saluto a Gianni BBK Zamperini.

Read more »

Barbarian – The Ultimate Warrior: Da perdere la testa

barbarian-ad

Chi da ragazzino ha amato il genere fantasy? Personalmente credo che qui siamo in molti. Fin dagli albori questo genere fantastico conquistò migliaia di artisti in tutto il mondo, illustratori, registi, e programmatori. Mentre la tecnologia avanzava in maniera inesorabile, una software house nota sotto il nome di Palace Software decise di realizzare un titolo davvero unico. Per la prima volta qualcosa di inatteso, violento, e decisamente tattico apparve all’orizzonte. Sto parlando dell’ unico e inimitabile “Barbarian: The ultimate warrior”.

Read more »

RetroEdicola Videoludica – Il Mensile sul Retrogaming

cover retroedicola 1

Come promesso, oggi vi parleremo di questo nuovo e ardito progetto nato dall’unione di RetroEdicola Videoludica e l’Associazione Culturale RetroCampus,  da un’ esigenza semplice, quella di voler dare ai collaboratori e ai donatori uno strumento in più per seguirici.
Un progetto che si è evoluto, piano piano, in una “free press” a tutti gli effetti.

Rispondiamo alle vostre curiosità con una classica FAQ, anche se oggi non si usa più.
Noi siamo così retrò che per l’occasione la rispolveriamo… ;)

Read more »

RUN – la prima rivista su cassetta

La Cover del primo numero.

1983, è un anno che ricordiamo come ricco di avvenimenti , un anno che ha senza dubbio rivoluzionato il nostro modo di vivere. Vengono prodotti per la vendita i primi orologi Swatch, così come il primo telefono cellulare, il Pioneer 10 è il primo veicolo spaziale a lasciare il sistema solare, la Nintendo lancia la console NES, nasce il virus informatico e al cinema esce il capolavoro di Brian de Palma “Scarface”. In questa girandola di grandi avvenimenti, uno in particolare viene da molti ignorato.
Il 1983 segna anche la nascita di RUN, la prima rivista digitale, prima in Italia, e molto probabilmente, prima anche a livello mondiale.

Read more »

INSERT COIN: Pop Corn – cinema e videogiochi a go-go

10269350_10152265946956143_8351988451925901215_n

“INSERT COIN è una serata di retrogaming ideata e organizzata da Andrea “Bisboch” Babich e Fabio “Kenobit” Bortolotti. Tra una birra, un proiettore e un arcade stick, si ripercorrono le vecchie glorie del passato dei videogiochi e si riscoprono perle dimenticate. Tutti i presenti possono giocare e l’atmosfera è sempre rilassata. “

Questa è la descrizione che troneggia nel loro canale facebook, e riassume perfettamente un nuovo modo di intendere il concetto di “serate retrogame”.

Read more »