Breve prontuario dei comandi Commodore Basic V2

C64code

Nell’ambito della nostra iniziativa votata a riaccendere nei nostri lettori la fiamma dell’interesse nei confronti della programmazione cominciamo con le basi. 

Un breve riassunto dei comandi del Commodore Basic V2 utilizzato dal Commodore64 (oltre che dal VIC20 e i Commodore PET). Attenzione! Questo non è un tutorial sul Commodore Basic ma una sorta di guida di riferimento per riaccendere in neuroni spenti (o mai accesi…).

Nel basic V2 sono disponibili unicamente i seguenti tipi di variabili:

  • Float: È il tipo usato più frequentemente ed indica i numeri positivi e negativi dotati di parte intera e decimale. Non hanno indicatore di tipo nella loro dichiarazione.
    Valori possibili: +/- [2.94E-39 ... 1.70E+38] (+/- [2-128 ... 2127])
    Precisione: mantissa a 32 bit (approx. 9.6 decimali) + esponente a 8 bit
  • Interi (16 Bit): Tipo di tati raramente utilizzato. Le variabili ntere si caratterizzano per un ‘%’ alla fine della loro ‘etichetta’ (es. X%).  È bene notare che tutti i calcoli computazionali sono effettuati con precisione FLOAT e la conversione a Intero è effettuata solo quando il valore è assegnato alla variabile. Quindi la matematica di tipo intero è PIÙ LENTA che quella di tipo float!
  • Booleani: I risultati sono espressi con interi. FALSO è rappresentato da 0 (0×0000) mentre VERO da -1 (0xFFFF) o qualunque risultato NON-ZERO
  • Stringhe:  Le variabili “stringa” si identificano per il simbolo ‘$’ posto dopo l’etichetta identificativa (es. X$). Le stringhe non possono essere più lunghe di 255 caratteri.

Solo i primi DUE caratteri dell’etichetta di una variabile sono presi in considerazione dall’interprete BASIC. Quindi ‘CO’, ‘COCCO’ e ‘COLOSSEO’ sono nomi equivalenti di una singola variabile (ma non ‘C’ o ‘CA’).

L’identificatore di tipo, invece, identifica e distingue variabili con la stessa etichetta. Quindi ‘CO’, ‘CO%’ e ‘CO$’ sono TRE variabili diverse.

Controllo del flusso del programma

FOR...TO...STEP...NEXT - L’unico costrutto di ciclo del BASIC V2
Sintassi:
FOR <Var> = <Start> TO <End> [STEP <Size>]
<Ciclo>
NEXT [<Var>]
Esempi:
FOR I=1 TO 5: PRINT I;: NEXT -> 1 2 3 4 5
FOR I=1 TO 5 STEP 2: PRINT I;: NEXT -> 1 3 5
FOR I=5 TO 1 STEP -2: PRINT I;: NEXT I -> 5 3 1
FOR I=3 TO 1: PRINT I;: NEXT -> 3 (!)
IF...THEN - Esecuzione condizionale
Nota: Non esiste nulla di similare ai costrutti ELSE o ENDIF. (tra l’altro NESSUN BASIC eccetto l’MSX BASIC implementa l’ELSE)

Sintassi:
IF <Condizione> THEN <Istruzione> or
IF <Condizione> GOTO <NrLinea> or
IF <Condizione> THEN <NrLinea>
Esempio:
100 IF A < B THEN MN = A: GOTO 120
110 MN = B
120 ....
GOTO oppure GO TO - Salto incondizionale
Sintassi:
GOTO <NrLinea> oppure
GO TO <NrLinea>
GOSUB -  Salto incondizionale a Subroutine
Notare che non è possibile passare parametri formali ad una subroutine. Tutto deve essere gestito con l’uso di variabili globali.
Sintassi:
GOSUB <NrLinea>
Esempio:
10 PRINT "Programma principale"
20 GOSUB 100
30 PRINT "Ritorno a Programma principale"
40 GOSUB 100
50 PRINT "Di nuovo Programma principale"
60 END
100 PRINT "Questa è la Subroutine"
110 RETURN
RETURN - Ritorno dalla Subroutine
Sintassi:
RETURN
Esempio:
Vedi: GOSUB
ON...GOTO oppure ON...GOSUB - Salto multi direzionale
Sintassi:
ON <EspressioneIntera> GOTO <NrLinea1>, <NrLinea2> …
oppure ON <EspressioneIntera> GOSUB <NrLinea1>, <NrLinea2> …
Esempio:
ON X GOTO 100, 200, 300
È equivalente a :
IF X = 1 THEN GOTO 100
IF X = 2 THEN GOTO 200
IF X = 3 THEN GOTO 300
DEF FN- Definisce una Funzione/Subroutine in BASIC 
Sintassi:
DEF FN <Nome>(<Param>) = <Espressione a Linea Singola>
Esempio:
DEF FN SI(X) = SIN(X)/X
FN SI(π/3) -> 0.816993343

Input/Output

GET - Legge un singolo carattere dallo standard input (normalmente tastiera) senza attendere 
Sintassi:
GET <NomeVariabile>
Esempio:
100 GET A$: IF A$ = "" THEN GOTO 100 -> Attende la pressione di un tasto
INPUT -Legge i dati dallo standard input (normalmente tastiera)
Sintassi:
INPUT [<Prompt>;] <NomeVariabile> [, <NomeVariabile> ...]
Esempi:
INPUT "LOGIN:"; LG$
INPUT "Introdurre valori di A, B e C"; A, B, C
INPUT A
PRINT - Scrive sullo standard output (normalmente schermo)
Sintassi:
PRINT <Dati> oppure
? <Dati>
Esempi:
PRINT "Ciao Mondo"
PRINT "Queste", "sono", "Tabulazioni" -> Notare le ','
PRINT "Prima Linea"; -> Notare il ';'
PRINT "Still the same line"
PRINT "Risultato="; 2*32
SPC - Muove in avanti il cursore di un determinato numero di spazi
Sintassi:
SPC(<Cnt>)
Esempio:
SPC(6)
TAB- Muove in avanti il cursore ad una specifica posizione
Sintassi:
TAB(<Posizione>)
Esempio:
TAB(6)
POS - Indica la posizione corrente del cursore
Sintassi (Dummy = valore non rilevante) ;
POS(<Dummy>)
Esempio:
POS(6)

Files

LOAD- Carica un programma da disco o nastro
Sintassi:
LOAD <FileName> [, <Dispositivo> [, <SecondoDisp>]]
Esempi:
LOAD "SuperGame", 8, 1 -> Carica il programma da disco #8
LOAD "*", 9 -> Carica il primo programma da disco #9
LOAD "", 1 -> Carica il primo programma da nastro(#1)
SAVE - Salva un programma su disco o nastro
Sintassi:
SAVE <FileName> [, <Dispositivo> [, <SecondoDisp>]]
Esempi:
SAVE "SuperGame", 8 -> Salva su disco #8
Per sovrascrivere un file esistente su disko, far precedere il nome del file dal carattere ‘@’
Esempio:
SAVE "@SuperGame",8 ->  Salva su disco #8, sovrascrive vecchio file
VERIFY - Controlla se il programma in memoria e quello registrato su disco o nastro coincidono. Non modifica nulla.
Sintassi:
VERIFY <FileName> [, <Dispositivo> [, <SecondoDisp>]]
Examples:
VERIFY "SuperGame", 8 -> Verifica SuperGame da disco #8
VERIFY "*", 9 -> Verifica il primo programma da disco #9
VERIFY "", 1 -> Verifica il primo programma da nastro #1
OPEN- Apre un flusso dati (File)
Sintassi:
OPEN <FileID>, <Dispositivo> [, <SecondoDisp> [, <FNameMode>]]
Il parametro <SecondoDisp> è un intero opzionale compreso tra 0-15 che,secondo il valore assegnato ,assume i seguenti significati:
0..Utilizzato per  LOAD, 1..Utilizzto per SAVE, 2-14..Liberamente utilizzabile per accesso a file utente15..Canale di Comando/Errore.
<FNameMode> usa il formato format: “<NomeFile> [,<TipoFile> [,<ModoAccesso>]]" dove <TipoFile> può essere uno tra: P (Programma), S (Sequenziale), L (Relativo) or U (Utente)
<ModoAccesso> può essere uno tra: R (Lettura),W (Scrittura), A (Aggiunta) o il numero di Bytes/Record di un file relativo.
Esempi:
OPEN 1, 4 -> Apre un file di output sulla stampante #4
OPEN 1, 8, 2, "My File,P,R" -> Apre un programma, per la lettura, da disco #8
OPEN 1, 8, 2, "My File,S,W" -> Apre un file sequenziale, per la scrittura su disco #8
OPEN 1, 8, 2, "My File,L,"+CHR$(40) -> Apre un file relativo con 40 Bytes/Record su disco #8
OPEN 1, 8, 15 -> Apre il canale Comando/Errore su disco #8
CLOSE - Chiude un flusso dati (File)
Sintassi:
CLOSE <FileID>
Esempio:
CLOSE 1
GET# - Legge un singolo carattere da un file
Sintassi:
GET# <FileID>, <VarName>
Esempio:
GET#1, A$
Notare che NON c’è spazio tra ‘GET‘ e ‘#‘.
INPUT# - Recupera dati da un File
Sintassi:
INPUT# <FileID>, <VarName> [, <VarName>...]
Esempio:
INPUT#1, EN$, ER$, TR$, SC$
Notare che NON c’è spazio tra ’INPUT‘ e ‘#‘.
PRINT# - Stampa dati su un File 
Sintassi:
PRINT# <FileID>, <Dati>
Esempio:
PRINT#1, "Power64"
Notare che NON c’è spazio tra ‘PRINT‘ e  ’#‘. Notare anche che ?# NON è PRINT# anche se appaiono uguali in un listato.
CMD - Redireziona lo standard output (Input non è modificato ) e scrive messaggi su esso
Sintassi:
CMD <FileID> [, <Messaggio>]
Esempio:
OPEN 1, 4 ; Apre un File#1 su Stampante#4
CMD 1 ; Rende #1 lo standard output
PRINT "Messaggio"
PRINT "Messaggio2"
PRINT#1
CLOSE 1
ST - Stato di un dispositivo (Variabile interna)
ST = 0 .. Dispositivo Ok
Bit 6: 1 .. Fine del File
Bit 7: 1 .. Dispositivo non presente
READ - Legge dati statici dalle istruzioni DATA nel programma
Sintassi:
READ <Var> [, <Var>...]
Esempio:
10 RESTORE
20 READ X$
30 PRINT X$;
40 S = 0
50 FOR I=1 TO 3
60 READ X
70 S = S + X
80 NEXT I
90 PRINT S
100 DATA "Power", 12, 34, 18
L’output dell’esempio sarebbe Power 64
RESTORE - Resetta al primo elemento DATA del programma il puntatore a DATA.
Sintassi:
RESTORE
Esempio:
Vedi READ
DATA- Immagazzina dati statici
Sintassi:
DATA <Dati> [, <Dati>...]
Esempio:
Vedi READ

Funzioni Matematiche

LET - assegna valore a un variabile
Sintassi:
LET <Variabile> = <Valore>
Esempio:
LET A = 6.25
Notare che il comando LET è innecessario e ridondante. <Variabile> = <Valore> è tutto ciò che serve per assegnare un valore a una variabile. LET rallenta l’intero processo, quindi NON USATELO!
DIM - Dichiarazione Array
Sintassi:
DIM <Nome>(<Dimensione1> [, <Dimensione2>...])
Esempi:
DIM A(7) -> Array di 8(!) elementi indicizzati [0..7]
DIM B$(4,5) -> Array di  30(!) stringhe [0..5 x 0..6]
Uso degli elementi: A(3) = 17 : B$(2,3) = "Power64"
+, -, *, /, ^ - Operatori Aritmetici
Esempio:
9 + 5 * (15 - 1) / 7 + 2^4 -> 35
<, <=, =, <>, >=, > - Operatori di confronto
Esempio:
3 <> 6 -> -1 (VERO)
3 > 4 -> 0 (FALSO)
SIN - Seno (Argomenti in Radianti)
Sintassi:
SIN(<Valore>)
Esempio:
SIN(π/3) -> 0.866025404
COS - Coseno (Argomenti in Radianti)
Sintassi:
COS(<Valore>)
Esempio:
COS(π/3) -> 0.5
TAN - Tangente (Argomenti in Radianti)
Sintassi:
TAN(<Valore>)
Esempio:
TAN(π/3) -> 1.73205081
ATN - Arco Tangente (Risultato in [-π/2 .. π/2])
Sintassi:
ATN(<Valore>)
Esempio:
ATN(1) -> 0.785398163 ( = π/4)
EXP - Esponentr (ex dove e = 2.71828183…)
Sintassi:
EXP(<Valore>)
Esempio:
EXP(6.25) -> 518.012825
LOG - Logaritmo Naturale
Sintassi:
LOG(<Value>)
Esempio:
LOG(6.25) -> 1.83258146
SQR - Radice quadrata
Sintassi:
SQR(<Valore>)
Esempio:
SQR(6.25) -> 2.5
ABS - Valore Assoluto
Sintassi:
ABS(<Valore>)
Esempi:
ABS(-6.25) -> 6.25
ABS(0) -> 0
ABS(6.25) -> 6.25
SGN - Segno
Sintassi:
SGN(<Valore>)
Esempi:
SGN(-6.25) -> -1
SGN(0) -> 0
SGN(6.25) -> 1
INT - Intero (Arrotonda all’intero minore o uguale all’argomento.)
Sintassi:
INT(<Valore>)
Esempi:
INT(-6.25) -> -7 (!)
INT(-5) -> -5
INT(0) -> 0
INT(5) -> 5
INT(6.25) -> 6
RND - Numero casuale tra [0.0 .. 1.0]
Sintassi:
RND(<Seed>)
Se (<Seed> < 0) il generatore di numeri casuali viene inizializzato.
Esempi:
RND(-625) -> 3.85114436E-06
RND(0) -> 0.464844882
RND(0) -> 0.0156260729

Operatori Logici e Binari

Ricordiamo la codifica dei valori Booleani
FALSO <--> 0 (0x0000) e VERO <--> -1 (0xFFFF) or o qualunque valore non-zero.

AND- AND logico e binario
Sintassi:
<Expr> AND <Expr>
Esempi:
A>5 AND X<=Y
12 AND 10 -> 8 (%1100 AND %1010 = %1000) - operazione di confronto sui bit
OR - OR logico e binario
Sintassi:
<Expr> OR <Expr>
Esempi:
A>5 OR X<=Y
12 OR 10 -> 14 (%1100 OR %1010 = %1110) - operazione di confronto sui bit
NOT- NOT logico e binario
Sintassi:
NOT <Expr>
Esempi:
NOT A>5
NOT 2 -> -3 (NOT $0002 = $FFFD) - operazione di confronto sui bit

Manipolazione di Caratteri e Stringhe

+ - Concatena Stringhe
Esempio:
"Pow" + "er64" -> "Power64"
<, <=, =, <>, >=, > - Operatori di confronto
Esempi:
"C64" < "Power64" -> -1 (VERO)
"Alpha" > "Omega" -> 0 (FALSO)
LEN - Lunghezza stringa
Sintassi:
LEN(<Stringa>)
Esempio:
LEN("Power64") -> 7
LEFT$ - Parte sinistra della stringa
Sintassi:
LEFT$(<String>, <Lung>)
Esempio:
LEFT$("Power64", 5) -> "Power"
RIGHT$ - Parte destra della stringa
Sintassi:
RIGHT$(<String>, <Lung>)
Esempio:
RIGHT$("Power64", 5) -> "wer64"
MID$ - Parte centrale della stringa
Sintassi:
MID$(<String>, <Inizio>, <Lung>)
Esempio:
MID$("Power64 per Macintosh", 13, 3) -> "Mac"
/* -- 123456789012345678901 -- */
STR$ - Converte un numero in una stringa
Sintassi:
STR$(<Valore>)
Esempi:
STR$(6.25) -> " 6.25"
STR$(-6.25) -> "-6.25"
VAL - Converte una stringa in numero
Sintassi:
VAL(<String>)
Esempi:
VAL("6.25") -> 6.25
VAL("6xx25") -> 6
VAL("x6x25") -> 0
ASC- Codice ASCII del primo carattere di una stringa
Sintassi:
ASC(<String>)
Esempio:
ASC("P") -> 80
ASC("Power64") -> 80
CHR$ - Carattere corrispondente ad uno specifico codice ASCII
Sintassi:
CHR$(<Valore>)
Esempio:
CHR$(80) -> "P"

Accesso alla Memoria

PEEK - Legge un byte dalla locazione di memoria
Sintassi:
PEEK(<Loc>)
Esempio:
PEEK(53280) -> Valore corrente del byte che determina il colore del bordo dello schermo
POKE - Scrive un byte in una locazione di memoria
Sintassi:
POKE <Loc>, <Valore>
Esempio:
POKE 53280, 7 -> Imposta a 7 il valore del che determina il colore del bordo dello schermo, ottenendo il bordo giallo
WAIT - Attende finché il byte di una locazione di memoria assume un certo valore 
Sintassi:
WAIT <Loc>, <Maschera> [, <Inverti>]
WAIT il programma si arresterà fino a che ((PEEK(<Loc>) EXOR <Inverti>) AND <Maschera>) != 0
Se <Inverti> non è specificato assume valore di default 0.
Esempio:
WAIT 198, 255 -> Attende la pressione di un tasto nel buffer tastiera.

Interfaccia a programmi in Assembly

SYS - System – Richiama un programma assembler da una locazione di memoria
Sintassi:
SYS <Loc> [, <Param> ...]
Il numero di parametri dipende dal programma chiamato.
USR- Comando utente
Sintassi:
USR(<Param>)
Simile a SYS ma la locazione di memoria <Loc>a cui si punta è fissa a $0310 ed il primo ed unico parametro <Param> è sempre valutato e memorizzato nel FloatAccu1 (FAC1) quando il programma assembly viene chiamato. Meno flessibile di SYS e quindi raramente utilizzato.

Esecuzione Programmi

RUN - Avvia un programma BASIC
Sintassi:
RUN [<Linea>]
Se  <Linea> non è specificato il programma inizia dalla prima linea.
Esempio:
RUN
STOP- Arresta l’esecuzione di un programma
Sintassi:
STOP
STOP è simile ad END, ma stampa il messaggio BREAK IN <Linea> .
END - Conclude l’esecuzione di un programma
Sintassi:
END
CONT - Continua l’esecuzione di un  program 
Sintassi:
CONT
Quando l’esecuzione di un programma è interrotta da by STOPEND o dalla pressione del tasto Run/Stop il comando CONT viene usato per riprendere l’esecuzione.

Vari

REM - Commento
Sintassi:
REM <Testo>
Esempio:
REM Questa linea è un commento
LIST - Mostra il listato del programma BASIC corrente
Sintassi:
LIST [<Linea> | <Da>- | -<A> | <Da>-<A>]
Senza parametri l’intero programma viene listato.
Esempi:
LIST
LIST -40
LIST 100-200
NEW - Cancella il programma corrente e tutte le variabili dalla memoria
Sintassi:
NEW
CLR - Cancella tutte le variabili 
Sintassi:
CLR
FRE - Indica la memoria disponibili
Sintassi:
FRE(<Dummy>)
Esempio:
FRE(0) -> -26627 (immediatamente dopo l’accensione)
Restituisce il numero di Bytes liberi per i programmi BASIC come un intero a 16 bit con segno. Se la memoria libera eccede i 38KByte viene indicato un numero negativo. Quindi -26627 dovrebbe essere interpretato come 65536-26627 = 38909.
π - Pi = 3.14159265
TI - Timer Ticks trascorsi dall’accensione (1 Tick = 1/60 Second)
TI$ - Timer dall’accensione in Ore/Minuti/Secondi 
             A TI$ (ma non a TI) può essere assegnato un valore!
La precisione del timer è piuttosto scarsa (scarto >1%)
Print Friendly

FORSE TI POTREBBERO INTERESSARE:

The following two tabs change content below.
Vittima della video invasione degli alieni del 1978 viene totalmente privato della volontà e plasmato ad immagine e somiglianza dei "Nuovi Dei" digitali dai loro contemporanei araldi robotici giapponesi. Piombato in un abisso informatico dal quale è impossibile riemergere vive la costante evoluzione tecnologica con fervente entusiamsmo ma con la consapevolezza che non c'è futuro se non si conosce e si rispetta il passato. Commodoriano di ferro ma con solide e profonde radici Atariane, non potrebbe trovarsi a suo agio se non in una gabbia di matti... e per questo sta tanto bene nella redazione di The Retrogames Machine...

Ultimi post di MetalRedStar (vedi tutti)

Puoi lasciare un commento all'articolo. 'Pinging' non permesso attualmente.

1 Risposta to “Breve prontuario dei comandi Commodore Basic V2”

  1. AkTaRuS scrive:

    azz; bei tempi

Lascia un commento