Post presenti nella categoria: ‘Articoli’

SEGA MEGA TECH SYSTEM

Il Mega-Tech System a era un cabinato arcade rilasciato da Sega nel 1989. Si basava sul SEGA Mega Drive console casalinga, ed è stato progettato in modo simile a Nintendo Playchoice-10: i giocatori hanno la possibilità di sciegliere i giochi da un menu di otto titoli, con crediti di acquisto tempo di gioco più (in genere 1 minuto al credito), piuttosto che vite extra o continua , i giochi potevano essere cambiati fino a quando c’era credito nella macchina.’unità dispone di otto slot cartuccia interna, consentendo all’operatore arcade per cambiare ciò che i giochi erano disponibili per giocare. L’hardware è stato modificato per permetterel’uso di cartucce esclusive anzichè quelle più economiche del Mega Drive e naturalmente anche la console casalinga non era compatibile con le cartucce del Mega Tech . IL cabinet eveva due monitor, il gioco rus sullo schermo inferiore, mentre lo schermo superiore visualizza le informazioni compreso il tempo di gioco rimanente l’elenco dei giochi disponibili, le istruzioni di gioco, e una breve sintesi di ogni partita .

Read more »

SEGA SG 1000 MARK III

l Sega Mark III (nome tecnico SG-1000 Mark III) è una console a 8 bit sviluppata dalla SEGA. È la versione Giapponese del Sega Master System, commercializzato con questo nome in Europa e negli Stati Uniti.

Read more »

RETROSHOPPING@TOKYO

39_13

Era un giorno come tanti altri, uno di quei giorni dove noi dello st@ff IC ci divertivamo a superare con facilità il settimo chakra fino al salottino nel regno del Dio serpente per poter sentir dire dal Dio: “IO C’ERO!”. Così, una volta raggiunta la comunione con il Divino ci siamo detti: “Vabbè ma si può andare oltre….Andiamo a fare shopping di retrogame a Tokyo!!”…Non devo dire altro…Da li è nato tutto… “SI VA A TOKYOOO! YATTA’!!!   PS:Il Dio serpente ci citofona spesso…Credo che cerchi delle risposte attraverso noi… Read more »

BUBBLE BOBBLE! I draghetti più tossici di sempre…..

img_general6

Un paio di giorni fa io e RAG (componente dello St@ff IC) durante la fase di test del controller Arcade destinato al cabinato della sede IoCero.com ci siamo divertiti a giocare a BB con la vera sensazione di essere in sala giochi. Quando ho visto il sorrisetto sul volto di RAG in perfetto stile “HEheheh ancora una e poi smetto!” ho provato con piacere la bella sensazione di gioco in coppia al bar (magari dopo aver fatto sega a scuola). Ho deciso quindi di dare un po più di info sul gioco per non dimenticare le origini di questo fantastico software. Benché su questo gioco penso si sia ormai detto di tutto (non sarà quindi una descrizione del gioco!), mi prendo la libertà di dire la mia perché, con tutte le monetine che ho infilato nel coin-op, penso di essermi guadagnato questo diritto …

“Now, it is the beginning of a fantastic story!! Let’s make a journey to the cave of monsters! Good luck!” 

Immagine

Leggi l’articolo completo →

ARCADE@HOME Il fascino della sala giochi Arcade di una volta….

img_general5

Ormai le sale arcade non esistono più. Mi manca molto l’atmosfera che c’era in sala giochi o bar dove negli anni 80/90 si gridava sempre al miracolo ad ogni uscita di un nuovo gioco arcade che doveva necessariamente impressionare il giocatore pagante a livello di grafica e, per i veri intenditori, anche per giocabilità ed innovazione. Non ci rimane che ricreare l’atmosfera (se pur in minima parte) a casa utilizzando le fantastiche tecnologie software che rendono possibile l’esistenza degli emulatori. Vi invito a scrivere i vostri ricordi e a riconoscere i titoli a seguire. Mi aspetto le vostre foto delle postazioni arcade ricreate a casa!! Chi non posta nulla è uno sporco casual gamer!

Immagine

Leggi l’articolo completo →

MSX: Uno standard per gli home computer

msx-logo

Nel 1984 durante un pranzo di natalizio dai parenti, trovai mio cuginetto esaltatissimo perchè voleva mostrarmi il suo nuovo regalo di Natale, un computer nuovo di zecca, ed io annoiato dalle chiacchiere dell’ infante sovragitato già pensavo di trovarmi di fronte alla solita macchina commodore o sinclair, quindi decisi di accontentarlo e vedere questa sua meraviglia.

Invece mi mostra una macchina chiamata VG-8020 della Philips (in realtà prodotta in giappone dalla Yashica), denominata MSX computer. Ne rimango subito incuriosito e comincio a spippolare con il nuovo accrocchio con l’ aiuto del manuale a corredo.
L’ impressione che mi trasmette è molto positiva, ottimi sia la qualità costruttiva che i materiali utilizzati .

Read more »

MSX uno standard per gli home computer

msx-logo

Nel 1984 durante un pranzo di natalizio dai parenti, trovai mio cuginetto esaltatissimo perchè voleva mostrarmi il suo nuovo regalo di Natale, un computer nuovo di zecca, ed io annoiato dalle chiacchiere dell’ infante sovragitato già pensavo di trovarmi di fronte alla solita macchina commodore o sinclair, quindi decisi di accontentarlo e vedere questa sua meraviglia.

Invece mi mostra una macchina chiamata VG-8020 della Philips (in realtà prodotta in giappone dalla Yashica), denominata MSX computer. Ne rimango subito incuriosito e comincio a spippolare con il nuovo accrocchio con l’ aiuto del manuale a corredo.
L’ impressione che mi trasmette è molto positiva, ottimi sia la qualità costruttiva che i materiali utilizzati .

Read more »

PONG ! Quando non serviva una CPU per giocare….

mattew2

IO C’ERO quando al tempo in cui per divertirsi non servivano effetti grafici e tonnellate di colori, ma ne bastavano solo 2 e le palline erano quadrate :-)

Le consolle Atari Pong e cloni giunsero in Italia nel 1977, si collegavano al televisore, vi si giocava in due o in quattro a tennis o ping pong con varianti tipo squash e pelota. Rigorosamente bianco e nero, a parte l’entusiasmo iniziale, ricordo che l’interesse per questo antenato dei giochi elettronici andò presto tra noi scemando..Per poi essere ripreso ai giorni nostri come reazione al calo di qualità dei VG moderni.

Leggi l’articolo completo →

Amstrad presenta il GX4000

amstrad-logo-1024x523

Nel Giugno del 1990 una famosa marca di home computer e non solo, tentò la strada dell’home gaming attraverso una console. Di chi sto parlando? Ma della gloriosa Amstrad e il progetto GX4000.                 

Read more »

Ritrovare le cassette da edicola del Commodore 64

commodore-64-3

È innegabile che il Commodore 64 sia stato una pietra miliare dell’informatica personale degli anni 80.

Milioni di persone in tutto il mondo lo ricordano per i momenti indimenticabili passati davanti alla sua tastiera e alle meraviglie che questo gioello tecnologico era in grado di regalare ai suoi proprietari.

In Italia, i ricordi della stragrande maggioranza degli utenti del C64 sono legati alle strafamose cassettine che si potevano trovare in ogni edicola del Belpaese.

Read more »