Post presenti nella categoria: ‘Speciali’

Buon compleanno Amiga

hbamiga

Il 23 luglio 1985 fu una data che cambiò per sempre il mondo dell’informatica.

Fu il giorno in cui avvenne una “rivoluzione silenziosa” che cambiò il modo in cui il computer si inseriva nella vita della gente comune.

Il 23 luglio 1985 fu il giorno in cui nacque AMIGA!

Read more »

Atari Force: La DC Comics e il fumetto ufficiale di Atari

atariforce1_01

Negli sfavillanti anni ’80 c’erano un sacco di fumetti su licenza che uno neanche se li aspettava. I due colossi della fumettocrazia, MARVEL e DC COMICS, si spartirono gli adattamenti fumettosi di tutto lo scibile ludico da cui poter ricavare vagonate di paperdollari. E siccome i videogiochi tiravano di brutto (perlomeno fino al 1983, via), perchè non mungere anche quella mucca? Perchè non fare un fumetto Tie-in con i videogiochi? Oltre al già citato QUESTPROBE della MARVEL apparso di recente sul blogghino, anche la DC Comics decise di mangiarsi la sua fetta di torta, o perlomeno di accattarsi qualche salatino. Nacque così ATARI FORCE, un fumetto tarro abbastanza e divertente quanto vuoi, che su licenza della casa di Sunnyvale si riprometteva di promuovere, almeno inizialmente, i giochi delle sue console.
Da buon partigiano Atariano, io, arroccato nella mia fortezza della solitudine (perchè noi Atariani in Italia siamo veramente due gatti) mi accingo ad illustrarvi quanto profonda possa essere la tana del bianconiglio e vi faccio da cicerone tra queste pagine fumettose in cui potrete sperimentare lo stupore, la meraviglia, la mediocrità e l’inquietudine.( shared from Chi non Corre è Perduto ) Read more »

Commodore C16 – Alla scoperta del pulcino nero.

c16-767757

Commodore un nome una garanzia. Tutti noi, appassionati di informatica e di videogames della vecchia scuola, portiamo dentro emozioni uniche che si rispolverano solo pronunciandone il nome. Ogni NERD che si rispetti, con se ha i ricordi di qui lunghi pomeriggi a caricare cassette o floppy disk. Proprio perchè parliamo di Commodore, oggi parleremo di una delle più accattivanti, ma anche delle più controverse macchine prodotte dalla grande C. ovvero il famigerato Commodore 16.

 

Read more »

Software Houses Leggendarie – Ultimate – Play the Game (parte 2 – 1984 La consacrazione: l’arrivo di Sabreman)

ultimate-large

Dopo la prima parte della biografia, continuiamo a ripercorrere la storia della mitica ULTIMATE analizzando l’anno 1984.

Dopo i primi clamorosi successi che imposero la presenza di Ultimate nel panorama ludico è questo l’anno della definitiva consacrazione della società. L’anno in cui vennero rilasciati quei titoli che fecero si che il nome Ultimate – Play the Game rimanesse scolpito per sempre nella storia del gaming.

Read more »

La colonna sonora di FULL THROTTLE: I GONE JACKALS ti scoperchiavano la 2 cavalli

Full_Throttle

Come faceva a non piacerti “FULL THROTTLE” quando era il 1995 e avevi 23 anni? Moto truccatissime, gente borchiata che si borchiava con le catene, ragazze belle e misteriose che manipolavano uomini e carburatori con la stessa scioltezza, e poi una colonna sonora spaccaculi di quelle che ti facevano venire voglia di farti un tatuaggio grossissimo sulla schiena con su scritto “Morte ai pedoni“.
Era impossibile che non apprezzassi quell’ultima avventura Lucasarts fatta con il magico tocco di Tim Schafer, e infatti ti piacque veramente tanto, così tanto che collegasti il PC all’impianto stereo e ti registrasti la colonna sonora direct-to-tape per riascoltartela all’ossessione dentro la tua compromettente 2 cavalli. Al tempo ti sembrò di aver fatto una cosa abbastanza strana, forse maniacale. Quasi vent’anni dopo, capisti che in fondo non eri l’unico ad averla fatta quando conoscesti altri soggettoni tuoi pari che si facevano le cassettine videogiocose. Hai visto che alla fine non eri matto? Che alla fine non eri l’unico? Adesso smetti di parlare con DIO, appendi la cornetta e ingoia la tua pillolina.( shared from Chi non Corre è Perduto ) Read more »

Eva – Duck Hunting

39

Quando si è bravi nelle riprese video e montaggio, quando si ottiene la fiducia e la collaborazione di una modella alle prime armi, quando un NES sta bene su tutto come il riso sul cibo cinese si può ottenere un risultato simile, buona visione :)

Versione per chi ha il monitor in bella vista sul lavoro :

http://www.iocero.com/player.aspx?v=mMFmZAMB0qs&s=RetroIsTheOnlyFuture!

Versione per chi ha il monitor lato muro o sta in ufficio da solo e può vedere quello che gli pare (magari pulendo la cache di tanto in tanto :)  —-> http://vimeo.com/40285012

RetroIsTheOnlyFuture!

Questprobe: La Marvel e le avventure testuali di Scott Adams che se non ti avessero traumatizzato te le saresti dimenticate

sw-scottadams52(spiderman)

Vivessimo in un mondo giusto, chiunque abbia più di quarant’anni e usato un computer fin dagli ’80, dovrebbe versare un tributo di riconoscenza alle avventure testuali. Quelle stesse avventure che gli hanno permesso di entrare in confidenza con l’inglese e con i 2 neuroni solitari che dimorano nel suo cervello.
Nate come un progetto sperimentale ed episodico, le avventure testuali si diffusero rapidamente grazie alla loro esigua richiesta di risorse a computer che, all’epoca, avevano ben poco da offrire in termini di grafica e colori. Nella prima metà degli eighty, raggiunsero la loro massima popolarità e il titolo di punta era senza dubbio ZORK con tutti i suoi seguiti.

Vivessimo in un mondo giusto, tutti si ricorderebbero di Scott Adams e delle sua “Adventure International” che tanti giochi ci ha regalato. Tra i quali c’è sicuramente la serie “Questprobe”: primo tie-in tra fumetti Marvel e videogiochi.
Vivessimo in un mondo giusto, magari anch’io me ne dimenticherei e mi comprerei una console di ultima generazione con cui poter uccidere un’esercito di nazisti senza alternative.
Vivessimo in un mondo giusto, appunto.
Siccome il mondo è quel che è, il sottoscritto continua ad elaborare a 8bit e scrive un bel post sulle Marvel-avventure.

E allora, SIGLA! ( shared from Chi non Corre è Perduto )


Read more »

Software Houses Leggendarie – Ultimate Play the Game (parte 1 – 1982/1983 Gli inizi e JetPac)

Ultimate

Inauguriamo su The Retrogames Machine, una “rubrica”, se vogliamo chiamarla cosí, che tenterá di ripercorrere la storia di Software Houses che hanno fatto la storia del gaming, marcando tendenze in passato e tracciando la via per il futuro.

Il primo nostro omaggio, che si dividerá di 4 parti, va doverosamente alla casa inglese che, grazie ai suoi titoli tecnicamente strabilianti e dalla giocabilità innovativa e ipnotica, forse piú di tutte ha segnato un “prima e dopo” nello sviluppo del software ludico per home computer.

Stiamo ovviamente parlando di ULTIMATE – Play the Game.

Read more »

Noi quarantenni in crisi: Il WEECADE del vicino è sempre più verde

Mini cabinato Weecade

Quella volta, mentre andavate alla Mecca del Videogioco, è accaduto un evento importante. È stato l’inizio di qualcosa che si è evoluto nei mesi, fino a concretizzarsi ieri sera a casa del piccolo grande mago dei videogames.
Eppure lui te lo aveva detto: “Io, va a finire che mi costruisco un cabinato e lo piazzo nel salotto“. Tu l’avevi preso come uno scherzo, una battuta detta sul momento, conseguenza dell’onda emotiva amarcord sprigionata dalla Mecca. “Posa il fiasco” avevi pensato.
E invece no. Il piccolo grande mago dei videogames faceva sul serio e, passo dopo passo, nel giro di 4 mesi, si è assemblato per davvero un mini cabinato e l’ha piazzato nel salotto! KAWABONGA!
Il piccolo grande mago è la dimostrazione fisica che se un quarantenne smette di fumare le canne e se ne sbatte del campionato, alla fine produce anche qualcosa di utile. Ecco perchè hai preso la famiglia tutta e ti sei precipitato a casa sua, in quel di Firenze (dove avevi già provato una volta a resuscitare Ciro), e ti sei avvinghiato al joystick cercando di battere il record. ( shared from Chi non Corre è Perduto ) Read more »

Atari’s golden age: Le SECONDE 15 cose che non sapevi e che forse ne potevi fare anche a meno

AtariLogo

Pensavate che fosse finita? Che tutto si sarebbe risolto con un solo, unico post? Naaa. Poveri illusi. Atari è un macigno troppo ingombrante sul percorso della storia videoludica per essere rimosso così facilmente. Molte altre cose sono accadute e altrettante si sono perse nelle nebbie del tempo. Ecco il secondo elenco dei segreti, o presunti tali, di Atari. Enjoy yourself and remember: Have you played Atari today?
( shared from Chi non Corre è Perduto )

Read more »