Post presenti nella categoria: ‘Recensioni’

Orion Prime © 2009 CargoSoft per Amstrad CPC.

orion_prime_-_icon_-_pda.jpg

Orion Prime è un videogioco di tipo azione / avventura prodotto dalla CargoSoft nel 2009 per Amstrad CPC.

STORIA:

Danni tecnici … Un viaggio nell’iperspazio che termina in un campo di asteroidi … Espulsione rapida … Costretto a vagare nello spazio fino a captare il segnale della Orion Prime.

Ma una volta atterrati capite subito che questa gigantesca stazione non è più la nave ammiraglia della flotta scientifica che era una volta … poi trovate la squadra decimata da una strana malattia …

Cercate una via di fuga il più rapidamente possibile, ma per far questo sarà necessario esplorare la Orion Prime, capire cosa è successo lì e forse anche affrontarlo …

Read more »

Xyphoes Fantasy © 1991 Silmarils per Amstrad CPC.

xeo

Xyphoes Fantasy è un videogioco di tipo platform game prodotto e sviluppato dalla Silmarils nel 1991 per l’home computer a 8-bit Amstrad CPC.

STORIA:

Il mondo di Xyphoes Fantasy è un universo affascinante e indescrivibile, al di fuori della realtà. Da 1000 anni il paese di Norem è sotto l’impero degli Skull.

Ogni mezzo secolo il re degli Skull deve sacrificare una giovane donna dai capelli biondi, per prolungare la sua esistenza. Per questo motivo molti guerrieri barbari Skull sono stati inviati alla ricerca della divinità dorata. Dopo mesi di ricerche i guerrieri ritornano però senza nessun risultato. Il re disgustato decide allora di fare appello a Kan, il grande stregone che risiede nella contea di Norem.

Read more »

ANO GAIA per ZX Spectrum: No brave new world, no brave new world…

Anogaia0

Perché Ano gaia? Sullo ZX Spectrum ci sono degli shoot ‘em up decisamente superiori e ben più blasonati da recensire. I titoli sono moltissimi, da Flying Shark a Cybernoid, da Zynaps a Xecutor, da R-type a Xenon. E allora perché?

Era il 1992, l’era dello Spectrum e dei suoi colleghi a 8 bit volgeva al tramonto. Su Your Sinclair, uno dei periodici dedicati allo spettro nero della Sinclair, uscivano delle cassette allegate alla rivista, le quali contenevano utilities di vario tipo, demo o qualche semplice gioco programmato dai lettori.

Ano Gaia è uno shoot ‘em up (anzi, uno “spara e fuggi”, come si diceva all’epoca) progettato e programmato da Simon Tillson, un lettore di Your Sinclair: questo sparatutto fu infatti presentato come “il gioco di un lettore”. Ed è solo in questo che va cercato il motivo di questa recensione.  Read more »

PRINCESS RESCUE PER ATARI 2600

sam_46131

Siamo entrati nell’era delle ZOMBIE console, ma queste sono morte e defunte!
Osservando il mondo dei videogiochi homebrew, si possono notare continue nuove produzioni per diverse retro-consolle come Intellivision, ColecoVision, VideoPac7000 ed anche il piccolo di casa ATARI.
ATARI 2600 fa parte di queste console, perché è stata una delle prime console a nascere ed è stata una delle prime console a resuscitare.

Read more »

I trent’anni di DRAGON’S LAIR: Le 10 cose che non sapevi e che forse ne potevi fare anche a meno

dragons-lair-hd-5

Già avevi celebrato i Laserdisc video games con un articoletto comparso qui, sul Topolinia Daily, ma giusto adesso ti accorgi che quest’anno sono esattamente 30 inverni che il capostipite è in giro a farsi giocare e allora qualche parolina a riguardo la devi dire per forza. Ma prenditi un attimo di pausa e riordina le idee. L’anno è il 1983 e sei un adolescente brufoloso e goffo. Per quattro anni, dopo l’avvento di Space Invaders, hai spadroneggiato in sala giochi bulleggiandoti delle tue abilità con gli amichetti, ma adesso è arrivato un nuovo gioco in città. Alla vista è veramente, ma veramente sfavillante, e da i suoi altoparlanti una voce inglese con tono epico proclama una cosa che tu ovviamente non capisci ma significa all’incirca così:
“DRAGON’S LAIR. Un’avventura fantasy dove diventi un valoroso cavaliere, in una missione per salvare la bella principessa dalle grinfie di un crudele drago…”
“Ma aspetta. Non ci vogliono 200 lire per giocarci, bensì 500! MINCHIA! Quel gioco deve essere proprio bello!” pensi.
Metti dentro 500 sudatissime lire della tua paghetta settimanale, e questo è MALE. MOLTO MALE.
Dragon’s Lair è un video animato di undici minuti mascherato da videogioco e tu, con quell’unico pezzo da 500, ne sei già diventato schiavo. Come tanti in fila dietro di te, non puoi più fare a meno di infilarci monetine per arrivare a vedere il lieto fine.
Con questo post ricordi, per sommi capi, la nascita, l’esplosione e la decadenza del Laser Video Games per eccellenza: DRAGON’S LAIR. E il tutto arriva ai bulbi oculari dei lettori dopo essere stato vagliato e vidimato dal dottor Dokrobei dei laser-giochi, uno dei massimi esperti di DL attualmente deambulanti su questa palla di fango, IGOR MAGGIORELLI. ( shared from Chi non Corre è Perduto ) Read more »

L’angolo del Frenda : Midnight Resistance (Megadrive)

midresistancemd

L’impetuoso ed inarrestabile (anche troppo!!! ;) ) Roberto Frenda ci omaggia di una sua nuova recensione, come al solito dettagliatissima, sulla conversione per Megadrive di uno dei più conosciuti titoli Data East degli anni 90… MIDNIGHT RESISTANCE!

Buona lettura!

Midnight Resistance (Megadrive) by Roberto Frenda

Driller © 1987 Incentive per Amstrad CPC.

2864f31a3051d413ac5ecc8dfa6d74e6.media.384x272

Driller è un videogioco di tipo azione / avventura, prodotto e sviluppato dalla Incentive nel 1987 per Amstrad CPC.

STORIA:

In un futuro lontano, la razza umana ha abbandonato la Terra, per raggiungere lo spazio esterno, dopo aver consumato il pianeta alla ricerca incessante di risorse. In una disperata ricerca per trovare una nuova casa, si sono imbattuti in Evath, un pianeta fertile, ricco di vita e sostentamento, con due lune, Mitral e Tricuspid. Hanno mandato una nave, denominata ”Exodus” per colonizzare questo nuovo pianeta, con esploratori, embrioni e forniture. Da quel giorno passarono generazioni, e la colonia umana di Evath si era ormai formata. Senza leggi e regole, i più vecchi membri dell’equipaggio della Exodus, gli anziani, furono costretti a prendere il controllo, formare un’ esercito, e portare la legge su Evath.

Read more »

Mutants (Ocean/Denton Designs – 1987 – Commodore 64)

mutantscover

Negli ultimi 200 anni l’umanità ha compiuto progressi incredibili nella scienza e nella tecnologia. Purtroppo queste conquiste non sono servite per migliorare la vita della popolazione terrestre bensì per soggiogarla a beneficio di una ristretta oligarchia che ora domina il mondo.

Le nuove tecniche di bioingegneria hanno permesso la creazione di organismi artificiali monocellulari dal comportamento simile a virus, altamente infettivi ed aggressivi e dotati della capacità di modifcare la propria struttura ad ogni successiva riproduzione. Per questa loro caratteristica vengono definiti “Mutanti”.

I mutanti sono l’arma biologica definitiva.
Mantenuti sotto controllo in un’area di contenimento stazionante in orbita  intorno al pianeta, e pronti ad essere liberati in ogni momento per reprimere sollevamenti e ribellioni, rappresentano la chiave per mezzo della quale l’oligarchia tiene in ostaggio l’umanità, minacciando di scatenare un’apocalisse biologica.

Un gruppo di ribelli rappresenta l’ultima speranza di riscatto dalla schiavitù e dall’annientamento definitivo.

Ed è a questo punto che entriamo in scena noi.

Read more »

Targhan © 1990 Silmarils per Amstrad CPC.

19b76cd76ff88bc31461659fe936634d.media.384x272

Targhan è un videogioco di tipo avventura / azione, prodotto e sviluppato dalla Silmarils nel 1990 per Amstrad CPC.

STORIA:

  • «Tu ti prosternerai davanti a Ganfald, il Dio dell’Eternità e del Rinnovo»

 

 

(COMANDAMENTO IV DEL LIBRO DELLA VITA)

Da qualche parte in una valle, una valle fertile a sufficienza per ospitare gli esseri umani, si trova un villaggio. Gli uomini che lo hanno costruito, gli diedero il dolce nome di Edengarhn, e per le generazioni passate, la felicità e la prosperità furono cose del tutto naturali. In questa valle, in questo villaggio, un giorno, un uomo prese una moglie. Questo uomo, capo tribù per il suo carisma e intelligenza, si chiamava Tharn. La sua donna, Fabella, era dotata di una bellezza pari a quella di una gazzella, unite alla curiosità di un gatto. Tharn diede alla luce un figlio, a cui mise il nome di Thargan. In tenera età egli venne subito posto sotto la guida del vecchio mago Athna-An. Nel linguaggio della valle, Thargan significa ”colui che ritorna”.

Read more »

La Abadía del Crimen © 1987 Opera Soft per Amstrad CPC.

a0050b22b0d674ade46239b511d6fda1.media.384x272

La Abadía del Crimen è un videogioco di tipo avventura / arcade, prodotto e sviluppato dalla Opera Soft nel 1987 per Amstrad CPC.

STORIA:

La Abadía del Crimen (L’ Abbazia del Crimine) è un videogioco per Amstrad CPC programmato nel 1987 da Paco Menéndez e basato sul romanzo di Umberto EcoIl Nome della Rosa”. La grafica è realizzata da Juan Delcán.

GAMEPLAY:

Questo gioco è una videoavventura con grafica isometrica, che simula l’effetto 3D, dove un monaco francescano, Frate Guillermo de Baskerville (Guglielmo da Baskerville nel libro) e il suo giovane discepolo Adzo de Melk, devono scoprire l’autore di una serie di omicidi in una abbazia medievale Benedettina.

Read more »