Ninja Turtles - Titolo

Cowabunga! Tartarughe, pizza e arti marziali su Sega Megadrive

Chi non conosce Leonardo, Donatello, Michelangelo e Raffaello? Personaggi fenomenali che durante la nostra infanzia e adolescenza hanno regalato emozioni uniche, aprendoci le menti con saggi insegnamenti e azioni nobili. In queste poche righe voglio parlarvi di un beat’em up […]

Super Snake Simulator

Super Snake Simulator (C64): “Ecco dove ti avevo già visto!”

A cavallo tra la fine degli anni ’90 e i primi del 2000, i telefoni cellulari Nokia divennero popolari e alla moda per tanti motivi: semplicità d’uso, bel design,  robustezza (guarda QUI) e… SNAKE! Questo giochino, tanto semplice quanto geniale, divenne una […]

HadesNebula_Cover

Avventure spaziali su C64 con Hades Nebula

“Ninetta, un po’ di pazienza. So che dovevamo andare al centro commerciale questo weekend, ma mi hanno convocato dal comando per esplorare una zona ignota remota e oscura dell’universo. Tranquilla, niente di impegnativo, vedo di tornare domenica mattina, 2 ore […]

RGM TODAY

RGM Today – 004/2016

Nuovo appuntamento con il video magazine di The Retrogames Machine In questo numero di RGM Today presentiamo una moltitudine di giochi per le più disparate piattaforme, tra cui due ottimi titoli per Amiga (Agony e Full Contact), l’ennesimo capitolo della […]

RGM TODAY

RGM Today – 003/2015

Nuovo appuntamento con il video magazine di The Retrogames Machine In questo numero di RGM Today analizzeremo un grande classico da sala (Shinobi), un innovativo sparatutto per MegaDrive (Gaiares), tre hombrew decisamente sopra la media (Scramble VCS, Aquanoids e Bomberman […]

 

SID – Quando il suono conta

filemos_technologies_6581

Quando si parla di suono nel mondo dei retrogamers, c’è un solo nome che spicca più di ogni altro. Sicuramente avrete indovinato, sto parlando del mitico SID. Per chi non lo sapesse il SID (Sound Interface Device) fu il processore sonoro di una storica macchina ad 8 bit, il commodore64. Grazie a lui ebbe inizio l’epoca del suono digitale, una vera e propria rivoluzione del suono nell’ambito casalingo.

Read more »

TommyGun – a retro development toolkit

tommygun

Un ottimo IDE cross-platform per sviluppo di codice per macchine retro.

Se avete sempre sognato di scrivere in maniera facile e veloce un giochino sul vostro computer di 30 anni fa, TommyGun è lo strumento che fa per voi.

Read more »

La mia Amiga “Lorraine”…

kickstart13

Amiga è un nome storico, che conoscono intere generazioni di appassionati di informatica. Questa storia è nata nel 1982 e ancora oggi incuriosisce ed attira migliaia di appassionati in tutto il mondo, nonostante gli anni passati.
La storia di Amiga inizia quando Jay Miner ed altri tecnici, abbandonano l’Atari per fondare l’ “Hi-Toro” a Santa Clara (USA), finanziata da tre dentisti con ben 7 milioni di dollari, convinti della forte espansione del mercato delle Console. Essi si dedicano alla produzione di una serie di accessori per l’intrattenimento, anche se la loro intenzione è decisamente un’ altra: creare la prima console a 16 bit basa sul Motorola 68000, il più potente processore dell’epoca, dotato di un’architettura mista 16/32 bit.

Read more »

Storia di Commodore Amiga: La mia Amiga “Lorraine”

kickstart13

Amiga è un nome storico, che conoscono intere generazioni di appassionati di informatica. Questa storia è nata nel 1982 e ancora oggi incuriosisce ed attira migliaia di appassionati in tutto il mondo, nonostante gli anni passati.
La storia di Amiga inizia quando Jay Miner ed altri tecnici, abbandonano l’Atari per fondare l’ “Hi-Toro” a Santa Clara (USA), finanziata da tre dentisti con ben 7 milioni di dollari, convinti della forte espansione del mercato delle Console. Essi si dedicano alla produzione di una serie di accessori per l’intrattenimento, anche se la loro intenzione è decisamente un’ altra: creare la prima console a 16 bit basa sul Motorola 68000, il più potente processore dell’epoca, dotato di un’architettura mista 16/32 bit.

Read more »

C64SD V2.0 Infinty DISPONIBILE!!

bluev20

Se bazzicate l’ambiente del retrocomputing da qualche tempo saprete certamente che una delle attività più affascinanti portate avanti dalla comunità di appassionati è lo sviluppo di nuovo hardware non solo funzionante sulle macchine “classiche” reali ma che addirittura ne ampliano ed amplificano le capacità e le possibilità d’uso.

Tra i prodotti realizzati per il sempreverde Commodore 64 (ma non solo) la C64SD è sicuramente un prodotto notevole e da tenere in considerazione, primo per la sua qualità secondo perché realizzata dalla italianissima Manosoft, ovvero il geniale Damiano Colombari.

Dopo un lungo periodo d’attesa dovuto a vari impedimenti la C64SD nella sua più recente incarnazione v2.0 Infinity, è finalmente di nuovo disponibile per l’acquisito!

Andiamo a vedere sommariamente le caratteristiche di questa meraviglia.

Read more »

Amstrad CPC6128… first looks e riparazione drive

AmstradCPC6128

La linea di home computers CPC di Amstrad è stata una degna pretendente al trono di sistema “principe” dei primi anni ’80, trono ha conquistato in Francia e che ha insidiato fino all’ultimo in Spagna allo ZX Spectrum.
Nonostante la maggior diffusione a livello mondiale del Commodore 64 l’Amstrad CPC a fronte di un hardware, per cosí dire piú “convenzionale” (era basato sul diffusissimo processore Z80 e non aveva chip grafici e sonori dedicati), è ancora oggi un computer molto apprezzato dagli appassionati che gli riconoscono ottime capacità di calcolo e d’immagine (caratteristici i suoi colori estremamente vivi, vero marchio di fabbrica della macchina) e per questo ancora oggi è un sistema che gode di un buon seguito ed è piuttosto richiesto sul mercato collezionistico.

Qualche tempo fa sono riuscito a “strappare” un CPC6128 a un amico ad un prezzo davvero irrisorio.

Andiamo a vedere come si è svolto il primo contatto con il nuovo arrivato…

Read more »

SEGA MEGA TECH SYSTEM

Il Mega-Tech System a era un cabinato arcade rilasciato da Sega nel 1989. Si basava sul SEGA Mega Drive console casalinga, ed è stato progettato in modo simile a Nintendo Playchoice-10: i giocatori hanno la possibilità di sciegliere i giochi da un menu di otto titoli, con crediti di acquisto tempo di gioco più (in genere 1 minuto al credito), piuttosto che vite extra o continua , i giochi potevano essere cambiati fino a quando c’era credito nella macchina.’unità dispone di otto slot cartuccia interna, consentendo all’operatore arcade per cambiare ciò che i giochi erano disponibili per giocare. L’hardware è stato modificato per permetterel’uso di cartucce esclusive anzichè quelle più economiche del Mega Drive e naturalmente anche la console casalinga non era compatibile con le cartucce del Mega Tech . IL cabinet eveva due monitor, il gioco rus sullo schermo inferiore, mentre lo schermo superiore visualizza le informazioni compreso il tempo di gioco rimanente l’elenco dei giochi disponibili, le istruzioni di gioco, e una breve sintesi di ogni partita .

Read more »

SEGA SG 1000 MARK III

l Sega Mark III (nome tecnico SG-1000 Mark III) è una console a 8 bit sviluppata dalla SEGA. È la versione Giapponese del Sega Master System, commercializzato con questo nome in Europa e negli Stati Uniti.

Read more »

RETROSHOPPING@TOKYO

39_13

Era un giorno come tanti altri, uno di quei giorni dove noi dello st@ff IC ci divertivamo a superare con facilità il settimo chakra fino al salottino nel regno del Dio serpente per poter sentir dire dal Dio: “IO C’ERO!”. Così, una volta raggiunta la comunione con il Divino ci siamo detti: “Vabbè ma si può andare oltre….Andiamo a fare shopping di retrogame a Tokyo!!”…Non devo dire altro…Da li è nato tutto… “SI VA A TOKYOOO! YATTA’!!!   PS:Il Dio serpente ci citofona spesso…Credo che cerchi delle risposte attraverso noi… Read more »

BUBBLE BOBBLE! I draghetti più tossici di sempre…..

img_general6

Un paio di giorni fa io e RAG (componente dello St@ff IC) durante la fase di test del controller Arcade destinato al cabinato della sede IoCero.com ci siamo divertiti a giocare a BB con la vera sensazione di essere in sala giochi. Quando ho visto il sorrisetto sul volto di RAG in perfetto stile “HEheheh ancora una e poi smetto!” ho provato con piacere la bella sensazione di gioco in coppia al bar (magari dopo aver fatto sega a scuola). Ho deciso quindi di dare un po più di info sul gioco per non dimenticare le origini di questo fantastico software. Benché su questo gioco penso si sia ormai detto di tutto (non sarà quindi una descrizione del gioco!), mi prendo la libertà di dire la mia perché, con tutte le monetine che ho infilato nel coin-op, penso di essermi guadagnato questo diritto …

“Now, it is the beginning of a fantastic story!! Let’s make a journey to the cave of monsters! Good luck!” 

Immagine

Leggi l’articolo completo →